Scienza e Tecnologia (3)

Articolo di Bryan Gould di Capital.com (Traduzione a cura di Google e Fabio Muggeri)

https://www.reuters.com/article/sponsored/are-us-tech-stocks-still-overvalued?utm_medium=paid+social&utm_source=facebook&utm_campaign=Capital&utm_content=6325629138688

Le azioni tecnologiche sono state le predilette nel portafoglio di ogni investitore amatoriale per un po' di tempo, con i prezzi delle azioni delle grandi società tecnologiche che sembrano aumentare all'infinito di valore. Sì, i rischi sono sempre alti, ma molte delle aziende più preziose del mondo sono società tecnologiche. E chi potrebbe non lasciarsi sedurre dall'idea di investire nella prossima Amazon o Apple?

Inoltre, i titoli tecnologici sono spesso un elemento di supporto per l'economia e il mercato azionario in generale.

La pandemia ha fatto impennare i titoli tecnologici. I titoli FANG - denominati da Facebook, Amazon, Netflix e Google, ma inclusi anche Microsoft e Apple - hanno contribuito a elevare l'S&P 500 del 400% dai minimi del 2009 e l'indice Nasdaq 100 è salito di oltre il 700% nello stesso periodo, lasciando altri mercati molto indietro.

Tutto è cambiato, tuttavia, quando il mercato rialzista è terminato. La prima metà del 2022 ha visto il peggior inizio di Wall Street in 50 anni, grazie alle tensioni geopolitiche, all'impennata dei prezzi dell'energia e all'aumento dei tassi di interesse. Negli ultimi sei mesi le azioni tecnologiche sono crollate: Tesla è scesa del 30%, le azioni Microsoft sono scese del 16% da $ 334,75 di gennaio a $ 280,74 alla chiusura del mercato il 29 luglio 2022, Apple in calo del 13% e Amazon a un certo punto in calo del 39%.

Poi, tra luglio e i primi giorni di agosto, le cose hanno ripreso a prendere slancio, con il rialzo del Tech 100 statunitense dopo le osservazioni del presidente della Fed Jerome Powell secondo cui i tassi di interesse sono "neutri".

Le azioni tecnologiche statunitensi sono state sopravvalutate?

Le azioni tecnologiche sono generalmente considerate investimenti ad alto rischio. L'ondata di denaro a buon mercato durante il periodo della pandemia ha visto gli investitori prendere in prestito ai minimi storici e investire i loro fondi in tecnologia e criptovalute* per rendimenti elevati. Negli ultimi mesi, mentre le banche centrali hanno ritirato quei soldi a buon mercato, riducendo il quantitative easing o aumentando i tassi di interesse, abbiamo visto gli investitori trarre profitto da questi guadagni e con questo un inevitabile calo dei prezzi.

Le banche centrali che inviano messaggi sbagliati ai mercati finanziari e sono lente a reagire hanno probabilmente anche esacerbato alcune delle mosse mentre cambiano rotta dall'essere in attesa per poi passare a un orientamento al rialzo. Con la spirale dell'inflazione e la necessità di maggiori aumenti, il mercato è stato nervoso e volatile e potremmo dover aspettare che la Federal Reserve annunci che sono in attesa prima che la fiducia ritorni.

C'è una forte argomentazione che con quei grandi flussi di fondi nei titoli tecnologici durante il 2020/2021, il settore è stato sopravvalutato. Per i titoli "lockdown" come Peloton Interactive, Inc o Zoom Video Communications questo è quasi certamente il caso: ora vengono scambiati a una frazione dei loro massimi storici. Tesla Inc., il titolo simbolo della pandemia, ha visto la sua valutazione diminuire della metà tra novembre e maggio 2022 prima di riguadagnare terreno di recente.

Complessivamente, il Nasdaq è ora in calo del 30% rispetto all'anno dopo aver visto un po' di rimbalzo. Ciò ha portato molti ad avvertire di un crash guidato dalla tecnologia come il crollo della bolla dot.com alla fine degli anni Novanta.

Quali sono le prospettive per i titoli tecnologici statunitensi?

Non c'è dubbio che alcuni titoli rimangono un investimento ragionevole e gli investitori dovrebbero guardare al calo per ottenere esposizione a determinate società a cui sono interessati. Tuttavia, alcuni analisti suggeriscono che la caduta non è finita e che gli utili della società inizieranno a concentrarsi se gli Stati Uniti dovessero subire una recessione prolungata. Altri hanno sottolineato che quelle società tecnologiche che hanno sviluppato un forte saldo di cassa durante la pandemia (come Alphabet e Microsoft) saranno in grado di espandersi e fare acquisizioni strategiche nei prossimi mesi.

Di recente il presidente Biden ha firmato il Creation Helpful Incentives to Produce Semiconductors and Science Act del 2022 (CHIPS) fornendo 52 miliardi di dollari di sussidi nei prossimi cinque anni per aumentare la produzione di chip negli Stati Uniti, affrontare i problemi della catena di approvvigionamento e ridurre la dipendenza del paese da luoghi come Taiwan e Cina. Gran parte dell'industria tecnologica dipende dalla fornitura di semiconduttori. Tuttavia, dato il costo più elevato della produzione statunitense, non è chiaro quanto possa essere competitivo a livello globale e se ciò potrebbe portare a ulteriori pressioni inflazionistiche. Il successo dell'atto dipende dalla rapidità con cui può essere implementato, dato che le carenze sono attualmente così estreme.

Con le fibbie delle cinture che si stringono ovunque, si consiglia agli investitori tecnologici di attenersi a ciò che possono permettersi, con la consapevolezza che potrebbe volerci del tempo prima che alcuni titoli tecnologici vedano una crescita solida.

Per ulteriori informazioni sui titoli tecnologici, il loro effetto sul dollaro e informazioni più specifiche del settore, vai su capital.com L'81,40% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.

Leggi tutto…

I pannelli solari sono la tecnologia "green" più promettente che abbiamo ma il suo sviluppo tecnologico viaggia alla velocità di una lumaca. Fin dal suo esordio nel 1883 da parte di Charles Fritts siamo arrivati ad una media di efficienza pari a circa il 20% dell'energia fornita dalla luce. Nella tabella trovate le caratteristiche per marca e prodotto dei migliori pannelli in commercio fornita da Clean Energy Reviews. La competizione è veramente serrata e l'innovazione si gioca su differenze minime e ogni innovazione porta qualche decimo di punto percentuale in più.

10454087293?profile=RESIZE_710x

Resta ancora da risolvere la gestione manutentiva rigorosa e automatizzata senza la quale risulta abbastanza difficile ipotizzare una reale efficacia. Pensiamo ad esempio alla pulizia dei pannelli in aree desertiche in cui la polvere e la sabbia ricoprono giornalmente la superficie assorbente. Sembrerebbe che l'innovazione con robot di sistemi autopulenti e automanutentori siano la chiave per lo sviluppo di grandi reti fotovoltaiche.

L'innovazione sembra puntare su forme, geometrie, materiali e funzioni diverse. Secondo gli scienziati dell’Università del Surrey e dell’Imperial College di Londra è possibile un assorbimento con il 25% in più rispetto ad altri pannelli delle stesse dimensioni con la forma “a nido d’ape” in quanto permette di catturare la luce nelle diverse angolazioni. Dall'altra parte del mondo, un team di ingegneri della Stanford University ha sviluppato una cella solare in grado di generare elettricità di notte tramite un generatore termoelettrico che estrae elettricità dalla piccola differenza di temperatura tra l’aria più fresca della notte e la cella solare stessa. Mentre una ricerca portata avanti dall’Università di Sheffield e dal Latia Agripreneurship Institute, ha individuato una nicchia sull’uso dell’agrivoltaico. Parliamo di una tecnica specifica, che sfrutta al massimo l’energia del sole facendo ombra alle colture che si trovano sotto di loro.

Ultima frontiera è l'utilizzo nello spazio che garantirebbe un assorbimento maggiore dovuto alla radiazione diretta ma al momento pare non fattibile in quanto non sapremmo come distribuirla. 

Leggi tutto…

Dove non investire

In tempi di pandemia ogni via potrebbe essere una galleria che porta ad una bugia.

Ecco un elenco di attività da cui consiglio di fare attenzione:

  1. Commissioni in anticipo - Pagare commissioni per ricevere somme di denaro successivamente
  2. Pompa e scarica - Acquistare attività senza o scarso valore (sottostante) ecocomico per emulazione
  3. Ponzi - Investire denaro in società finanziarie che promettono percentuali di guadagno anomale 10% - 15%
  4. Piramide o Multi Level Marketing - Accettare di essere pagati per convincere altri ad entrare in una rete di vendita e per vendere un prodotto (di cui non si conosce il valore)
  5. Coaching - Pagare corsi di attività o conoscenza economica, religiosa, spirituale o filosofica (se non sport, passioni, business) con la promessa di diventare insegnante a sua volta

Se pensate che il vostro investimento o il vostro lavoro rientri tra queste categorie fate molta attenzione potrebbe trattarsi di un truffa o un cattivo investimento.

Spesso il marketing viene usato all'estremo con tattiche psicologiche, testimonial e promesse ardue.

Gli esempi sono tantissimi e ogni anno la lista di attività rischiose al limite del diritto aumenta. Alcune potrebbero non essere ancora state scoperte ed essere in giro tra noi come un po' di moneta.

Ricapitolando, tenendo ben presente che ci sono eccezioni e casi particolari, di regola: mai pagare commissioni per ricevere somme di denaro successivamente, mai acquistare attività senza o scarso valore (sottostante) ecocomico per emulazione, mai investire denaro in società finanziarie che promettono percentuali di guadagno anomale 10% - 15%, mai accettare di essere pagati per convincere altri ad entrare in una rete di vendita e per vendere un prodotto, mai pagare corsi di attività con la promessa di diventare insegnante. Riproduzione Riservata

Leggi tutto…
RSS
Inviami una notifica quando vengono aggiunti nuove fonti in questa categoria –

Iubenda

Iubenda.com

Leader mondiale del mercato legale online sulla conformità della privacy / e-commerce alle piccole e medie imprese, Iubenda è un servizio online che consente ai proprietari di siti web, sviluppatori di app, agenzie e organizzazioni in generale di conformarsi facilmente alle leggi internazionali sulla privacy. Attualmente servono oltre 70.000 clienti paganti in oltre 100 paesi…

Leggi tutto…